Vivo nel migliore dei mondi Non ho bisogno di una capanna La terra un letto, la valle un rifugio Le mura sono la foresta, la tomba un fossato, ho la pelle doca Ma mi sento bene, bello vivere in campagna, in fondo al fossato c un piacevole silenzio. I raggi del sole bruciano Non c bisogno di legna da ardere Potete tutti venirmi a trovare, peccato che il rifugio non sia riparato E che in questo che il migliore dei mondi, piova anche Ma mi sento bene, se non ci credi, entra, siediti e non inquietarti, guarda e non svegliarti Tutto va bene, tutto per me Lode agli di da parte mia Posso serrare la cintura per un altro buco Potrei andare a cavallo se solo avessi un cavallo Ma mi sento bene, tutti i guai sono chiacchiere. Io, corde squillanti, canto per tre giorni di fila. Ascoltami.
Flavio Poltronieri. Traduzione, 2021